— Rachele Matteucci

Sono una studentessa del Liceo Classico che, avendo a cuore la poesia, è sensibile all’impoverimento della propria lingua nell’era della comunicazione digitale.